Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 25127 - pubb. 13/04/2021

Fallimento e amministrazione straordinaria: differenze in ordine alla interruzione della prescrizione

Procura Generale della Cassazione, 23 Dicembre 2019. Sost. Proc. Gen. De Matteis.


Fallimento - Accertamento del passivo - Interessi sui crediti chirografari - Interruzione della prescrizione - Procedura fallimentare - Domanda di ammissione al passivo - Necessità - Differenze con l'amministrazione straordinaria - Regime precedente al d.lgs. n. 270 del 1999


Nel fallimento la prescrizione degli interessi maturati sui crediti chirografari è interrotta con effetto permanente per tutto il corso della procedura solo dalla domanda di insinuazione al passivo; nell'amministrazione straordinaria, sottoposta alla disciplina originaria di cui alla l. n. 95 del 1979, l'esecutività dello stato passivo depositato dal commissario, ai sensi dell'art. 209 l.fall., non determina l'interruzione della prescrizione con effetto permanente anche per i creditori ammessi direttamente a seguito della comunicazione inviata ai sensi dell'art. 207, comma 1, l.fall.. (Fonte: Sito ufficiale della Procura generale presso la Corte di Cassazione)


Il testo integrale


Vedi la decisione Cassazione civile, sez. I, 09 luglio 2020, n.14527.