Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 25251 - pubb. 06/05/2021

Il Procuratore aveva chiesto che fosse ritenuta valida la notifica nel domicilio eletto, anche in mancanza dell’indicazione del procuratore quale destinatario

Procura Generale della Cassazione, 13 Settembre 2020. Sost. Proc. Gen. Pepe.


Notifica ex art. 285 c.p.c. ad avvocato dipendente di ente locale procuratore costituito in giudizio - Notifica al domicilio eletto individuato però presso la sede legale dell’ente - Corrispondenza di tale sede legale con l’ufficio di avvocatura presso cui lavora il procuratore costituito in giudizio - Validità della notifica della sentenza ed idoneità a far decorrere il termine breve di impugnazione


E’ valida ed idonea a far decorrere il termine breve di impugnazione la notificazione della sentenza al procuratore di un ente pubblico appartenente al servizio legale dell’ente e domiciliato presso la sede dell’ente stesso, anche qualora manchi l’indicazione del procuratore quale destinatario della notifica.

La circostanza che il nome e cognome del legale non siano menzionati nella richiesta-relata di notifica è di per sé irrilevante, ove le modalità concrete di notifica consentano comunque la consegna dell’atto presso il domicilio eletto dal procuratore costituito. (Fonte: Sito ufficiale della Procura generale presso la Corte di Cassazione)


Il testo integrale


Vedi la decisione CASS. SSUU, 30 settembre 2020, n. 20866